La crisi è quel momento in cui il vecchio muore e il nuovo stenta a nascere. Antonio Gramsci

mercoledì 29 marzo 2017

Oggi in Grecia, domani in Italia, per salvare l'Europa. Lettera di Marco Revelli ad Alexis Tsipras

Carissimo Alexis, avrei voluto essere a Roma per incontrarti di persona e dirti quanto ti siamo grati, tutti noi de L’Altra Europa con Tsipras e io personalmente, per l’attenzione con cui guardi alle complesse e complicate vicende nella sinistra italiana e al nostro (faticoso) lavoro. Ma soprattutto per ringraziarti di quanto fai, nel tuo Paese e in Europa, per contrastare l’egemonia neoliberista e le sue devastanti politiche di austerità.  Siamo nati guardando al tuo progetto politico e alla Grecia come un riferimento strategico: un punto di speranza per rovesciare una tendenza che, se prevalesse a lungo, distruggerebbe le nostre società e l’Europa stessa, negandone principii fondativi e valori. 
La vostra battaglia, oggi, per la giustizia sociale, per la difesa degli strati sociali più deboli e svantaggiati, per il lavoro, i suoi diritti, la contrattazione collettiva, è fondamentale per rafforzare la nostra battaglia, quella per la quale era stato promosso il Referendum contro il Jobs Act e in cui confluiscono le nostre azioni quotidiane. 
La nostra lotta, lo sappiamo, è difficile, per molti aspetti impari di fronte a una situazione globale dominata dalle destre e in un’Europa smemorata, incapace di restare fedele a se stessa, dominata dagli egoismi dei popoli forti, dalle chiusure nazionalistiche e dalla testarda volontà di replicare politiche rivelatesi fallimentari, ma tenere aperto un fronte capace di resistenza, a partire dall’area mediterranea ma non solo, affiancare alla vostra resistenza le nostre, è la condizione per salvare noi stessi e per salvare l’Europa da se stessa. I nostri destini sono davvero legati. Come dissi ad Atene qualche tempo fa, parafrasando un grande antifascista italiano, Carlo Rosselli, “Oggi in Grecia, domani in Italia”. 
E’ una speranza. Un augurio. Ma anche un programma concreto.
Un forte abbraccio.

Marco Revelli

Traduzione di Argiris Panagopoulos

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.